SEREUPIN….SOCIALE!

sereupin…..sociale.

durante queste ultime settimane ho poche occasioni di recarmi in piazza dove incontro senz’altro conoscenti con i quali scambiare due chiacchiere. un modo piacevole di trascorrere un pò di tempo e per lasciarsi dietro le spalle qualche lieve cruccio, preoccupazione od altro. spesso, fra un argomento e l’altro, qualche interlocutore porta il discorso sui propri acciacchi fisici o psicologici, come le varie preoccupazioni del vivere odierno, che minano alla grande, se non la felicità, la serenità quotidiana.
depressioni, ansia, panico, preoccupazioni di ogni genere sono oggi all’ordine del giorno per un’infinità di fattori scatenanti come la perdita del lavoro, un lutto, un semplice trasloco, per l’abbandono da parte del proprio partner, per i figli che non trovano lavoro, per una patita malattia cronica, per motivi di insufficienza economica, per la propria congenita insicurezza o timidezza e per una diffusa palpabile difficoltà generalizzata causata anche dalla grande confusione sociale che ci avvolge come una fitta nebbia, togliendoci la possibilità di scorgere un futuro migliore, stabile, equilibrato e soddisfacente.
ecco qual’è il fattore che ci fa sentire nelle “sabbie mobili” della vita: l’incertezza, l’insicurezza, l’ assenza di un programma generale nella nostra comunità e forse anche la comunicazione e l’informazione, ormai prodotti di una certa pubblicità politica e basta. insomma regna una sensazione di non personale considerazione e ciò rende difficile la scelta e l’individuazione del soggetto politico a cui concedere la delega, la società così sfiduciata presenta a volte un atteggiamento anarchico…….nessuno più sembra essere in grado di comprendere le necessità primarie della comunità, così sorge il
mal celato rifiuto di delegare la propria esistenza a chi non sembra in grado di realizzare delle condizioni sociali proficue per una vita serena, ordinata e giusta.
per far fronte a questa non favorevole situazione non si deve ricorrere a vivere un personale allontanamento dai problemi (anche se questi non toccano la nostra persona) come se vivessimo in un fantastico limbo mentale, come se tutti avessimo assunto un “sereupin”, medicinale che si dice risolva attacchi di panico, depressione, preoccupazioni e stati di insoddisfazione esistenziale, una pasticca per la felicità, come le tante parole così abbondantemente profuse da molti politici per lenire l’insoddisfazione dei propri elettori di fronte ai loro continui numerosi fallimenti.
ormai si è in gioco e bisogna giocare, nè vale del nostro futuro, pertanto è necessario affiancare quei pochi mezzi indipendenti di comunicazione sociale, come i blogs in internet, per manifestare culturalmente i principi della politica sostenuti necessari per la comunità. si deve ridurre il concetto fatalista che fà pensare “comunque si parli o si indichi una priorità sociale…..quelli fanno intanto come gli pare..”, per riprendere con forza di volontà una forte dialettica sociale per una migliore programmazione delle condizioni di vita in una atmosfera di condivisione di giusti valori socialmente condivisi
per adivenire ad un sollecito progresso generale della qualità della comune esistenza.
trovo necessario ridare vigore a tutte quelle parti sociali che sapevano interpretare i nostri diritti più volte lesi e limitati da diffusi abusi di potere e da politiche errate.
si deve ridare vita e fiducia ad un esecutivo che abbia a cuore il dibattito parlamentare quale atto reale di governo in un’assise che rappresenti nel modo più ampio la configurazione della nostra comunità, anche se questa ampia formazione politica può creare difficoltà nelle decisioni mediate, ma questa è la vera democrazia dove anche le minoranze sono rappresentate.

le chiacchiere in piazza terminano, ci si saluta……..e se non ci si dà una mossa tutto rimarrà immutato……anche la nostra insoddisfazione…..allora per la nostra tranquillità dobbiamo ricorrere ad una generale prescrizione di “sereupin sociale”

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: