Cassa Integrazione Guadagni e Mobilità per Onorevoli.

Una provocazione ascoltata in un mercatino, ma può essere un’idea: Istituire la “Mobilità” e la “Cassa Integrazione Guadagni” per onorevoli.

 

L’altra mattina sono riuscito a sentire la sveglia e di buon’ora mi sono recato al mercatino settimanale, che ogni mercoledì occupa il corso principale del comune.

Malgrado fossero appena le otto di mattina, il mercatino era già abbondantemente affollato ed io con la lista dei generi da acquistare mi immersi nel piccolo fiume di persone con gli occhi rivolti verso banchi per non superare quelli presso i quali mi sarei dovuto fermare. Avanzavo fra la gente quando all’improvviso fui distratto da una voce alta, roca con una chiara inflessione campana di un signore che, fermo in mezzo ad un capannello di persone, discuteva animatamente e dicendo ” diritti e doveri uguali per tutti, anche nel mondo del lavoro o di ogni attività alle dipendenze della Comunità, questo è quanto si ascolta per le strade e nei mercati . Così esordì un signore, mentre ero attento a guardare un banco di ortaggi. La gente discute, trova sperequazioni e differenze di trattamento esagerate fra i componenti del mondo del lavoro e delle attività più svariate alle dirette dipendenze della collettività nazionale.

Oggi, secondo le regole ed i principi del libero mercato, tutto, ogni comunità attiva è considerata alla stregua di un’ “Azienda”.

C’è l’azienda famiglia, l’azienda sanitaria locale, l’azienda famiglia, l’azienda squadra di calcio, l’azienda immobiliare, l’azienda metalmeccanica, l’azienda assicurazione, l’azienda televisiva, l’azienda rimozione rifiuti, l’azienda aerea, l’azienda coperativa, l’azienda alimentare, l’azienda farmaceutica, l’azienda ospedaliera, l’azienda petrolifera, l’azienda elettrica, azienda delle Isole di Cayman, aziende bancarie, aziende di servizi, aziende di progettazione ed ingegnerie ed un’infinità di altre aziende diffuse in altre attività materiali e non. Insomma oggi tutte le attività sono appellate “azienda” e con questo termine ci si vuole senz’altro riferire a complessi di beni e persone organizzate da uno più imprenditori per raggiungere scopi e finalità legate all’economia dell’insieme operativo in un comune linguaggio e nel territorio prestabilito.

Quindi anche la politica, un governo può considerarsi un’azienda, un’azienda particolare con le sue peculiarità, ma pur sempre un’azienda che deve produrre e rendere esecutivi progetti per la sua comunità. I suoi membri, come tutti gli altri lavoratori, percepiscono degli emolumenti. Un’attività svolta e simile a quella di cooperative diverse assunte in un più grande contesto operativo, quale quello rappresentato da un governo il cui luogo di lavoro sono individuati in palazzi di proprietà dello stato e quindi dei cittadini.

Se l’ avvicendamento dei partecipanti al popolo del governo dovesse trovare oggi degli aspetti concettuali in conflitto con elementi coincidenti alla definizione concettuale del resto del mondo del lavoro, delle aziende, basterà provvedere a modificare significati e norme a questo riguardo in modo da giungere ad omogenee definizioni.

Tutto questo per giungere al fatto che tutti i cittadini di questo Paese siano soggetti alle stesse normative nel lavoro, come gli istituti della “Mobilità” e della “Cig”.

La procedura che dovrà assoggettare qualche onorevole alla mobilità o che dovrebbe sospendere qualche onorevole in cig dovrà riguardare solo i membri con non positive caratteristiche, così alcuni dovrebbero essere sottoposti a mobilità, quindi a spostamenti verso posti rimasti liberi o vacanti nelle amministrazioni, mentre altri dovrebbero essere inseriti nella Cig.                                                                         Tutto ciò, concluse un signore del mercatino, così avremmo fatto un passo avanti per condizioni omogenee di vita nel lavoro e ci liberemmo degli onorevoli eventualmente incapaci, fannulloni ed inutili. “

Accompagnai con un sorriso quel piccolo comizio e ripresi ad incedere fra i banchi del mercatino per completare la spese.

 

 

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: