Trattativa Governo-Parti Sociali sui salari.

Trattativa fra Governo-Sindacati-Associazioni di Categoria sui Salari.

 

In questi giorni finalmente il Governo e le Parti Sociali e di Categoria si riuniscono per convenire provvedimenti atti a migliorare i salari (..e speriamo anche le pensioni) per fronteggiare l’esagerato aumento di prezzi e tariffe, che hanno reso i redditi di noi cittadini incapienti erodendone, in breve tempo, anche il potere di acquisto.

Ormai un gran numero di noi cittadini patisce una grave difficoltà nel riuscire a soddisfare le necessità primarie con gli attuali propri redditi e questo fenomeno riguarda oltre i lavori dipendenti e pensionati, anche molti lavoratori autonomi e questo può rendere più difficile la ricerca di iniziative omogenee da adottare per raggiungere una comune, condivisa e soddisfacente soluzione duratura e quindi definitiva.

Un passaggio importante, obbligato e di non facile soluzione per il Governo, diffile e delicato per il Sindacato che rischia la fiducia dei suoi iscritti ed il suo storico ruolo come difensore dei lavoratori. Chi non rischia molto in questa tornata sono i rappresentanti delle categorie imprenditoriali, sempre attente a concedere poco nella loro convinta filosofia liberista, tanto che a fronte di concessioni salariali già avevano provato a minare l’impianto dei contratti di lavoro collettivo con vecchia e generica solfa di voler concedere di più a chi, secondo loro, lavora di più ed inoltre volendo ampliare spazi nella contrattazione depennando dai ccnl automatismi e rigidità salariali, proponendone pure un allungamento della vita di almeno un anno. Tutte questioni e proposte inaccettabili, perchè la moltitudine dei lavoratori dipendenti ha già dato in fatto di sacrifici, basta ricordare l’abolizione della scala mobile, unico elemento che realmente difendeva i salari dal caro vita.

Nessun cittadino pretende di voler minare o rendere insufficiente ed irredditizia l’attuale cultura d’impresa, bensì si cerca di trovare elementi per assicurare a tutti i soggetti protagonisti nel mondo del lavoro eguali garanzie e tutele nella politica dei redditi, senza umiliare i concetti costituzionali di pluralismo, trasparenza e giustizia.

Pertanto tutti i Sindacati devono vigilare in questo difficile e necessario negoziato di non

far sacrificare, in forza di un inutile principio riformista, il nostro modello contrattuale né sui livelli di trattativa, né variandone la durata e mantenendoli collettivi e validi in tutto il nostro territorio nazionale.

Ci si augura che gli interventi migliorativi per i salari e pensioni siano realizzati con un necessario alleggerimento fiscale e quindi anche con una detassazione di una parte dei redditi legati alla produttività ed alla composizione delle famiglie nel senso di migliorare tutte quelle provvidenze tipo assegni familiari per figli o persone a carico del lavoratore e/o del titolare del reddito familiare. Tutto ciò mantenendo vigente l’indice Istat per difendere ed adeguare i redditi dal e al tasso di inflazione.

Per realizzare in pieno questo progetto di miglioramento salariale penso sia necessario studiare una soluzione anti-inflattiva introducendo un criterio di controllo dei prezzi dei prodotti, delle utenze e dei canoni per evitare economie di cartello e di tutte le speculazioni che frenano i consumi interni stagnando domanda ed offerta.

Non sono un esperto economista, tutt’altro, ma in questo frangente mi auguro in soluzioni valide e durature, mentre non stimerei validi provvedimenti a mezzo di una tantum o limitati nel tempo.

Per concludere speriamo che pari opportunità di vivere sereni e diritti umani siano presenti nella nostra politica come fermo ideale.

 

 

 

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: