IL CARNEVALE – un allegro periodo buffonesco fra ironia, paradossi e satira di fatti e personaggi noti del nostro tempo.

    immagine-164.jpg               immagine-168.jpg            lra3eica12urjmca3uvn99caugtq4bcamimsj9cafnvb6zcazcf9gfcaays65tcavua6lfcaasipkwca26gijgca19xx47ca16kry5cajhtsv5cavcwy7jca4bqun0cail7xyxca8j0f5qcap9sryj.jpg     Un evento sempre tanto atteso da giovani e meno giovani per concedersi un attimo di allegria in una colorata atmosfera di festa collettiva, di quartiere e di città. Quando ero giovane il carnevale era molto sentito ed atteso, allora ci si mascherava, si acquistavano grandi quantità di coriandoli per assalire le ragazze in strada con la speranza di creare delle nuove fortunate situazioni di incontro. Un’occasione per consumare golosamente dolci e leccornie varie, tutti stracolorati, acquistati nelle varie bancarelle poste ai margini dei marciapiedi.

Allora le strade erano affollate di frotte di bambini tutti mascherati da zorro, da topolini, da arlecchini, da damigelle e da tante altre maschere ideate dai loro genitori e questi ultimi, con la scusa di condurre in sfilata i propri figli, si concedevano una parentesi di allegra spensieratezza……finalmente con la mente lontana dalle solite preoccupazioni ed ansie. Insomma in questi giorni si esce dalla realtà, si dimenticano gli affanni quotidiani, per rovesciarsi nelle strade ed ammirare i tanti carri allegorici, che caratterizzano l’ultimo giorno di festa, il martedì grasso.

Nei giorni nostri questa allegra tradizione s’è un pò sbiadita, come purtroppo altre ricorrenze, ma è rimasta ancora molto viva in alcune città come Venezia e Viareggio, dove le migliori maschere e carri allegorici vengono premiati fra una sarabanda di persone in festa e con l’accompagnamento delle vivaci note delle tante bande cittadine.

Quì ed in altri luoghi dove si festeggia il Carnevale, le strade si riempiono di giovani ed agili magiorette che, ritmate dalla musica, precedono di solito i festosi cortei di persone mascherate e dei carri animati da colorate sagome semoventi che riproducono in genere la caricatura di qualche politico in una veniale ed allegra satira.

In queste occasioni sembra veramente di vivere in un cartone animato, ormai la città è uscita dalla sua solita atmosfera dei giorni comuni per adornarsi festosamente con scintillanti coloratissimi addobbi ed oggi, che viviamo nell’era del più veloce sviluppo tecnologico, in alcune città, come Venezia, i festeggianti possono usufruire di servizi per poter navigare e comunicare in web con dispositivi compatibili con la tecnologia wireless, dei pc portatili ultima generazione, una bella novità per poter trasferire in modalità live immagini ed impressioni di un evento così particolare, tanto che un antico detto recita così “una volta all’anno è lecito impazzire”, appunto solo a Carnevale.

 

 

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: