Atti di Guerra Stellare ci Salvano dal Satellite Spia Impazzito.

   eujbjuca2woi6gca69np5tca5cj42hca13s99qcalo1hnscatgznyocal1fcwycalmef22cayjhfybcaurqvzican0u4xmca94hoasca284jkjca06ovpvcammzqkqcavl4mpuca9sbjmicapuh1bp.jpg      h90x9oca075wntcaw2nb1aca0z6xckcaeg4uexca3irrkxcaght0erca6s37rgca7chf7dcaphk43pcay00e8lca56sqr5caekj2n8ca2tva1hca1m0q1jca0m25yqcazgogbkcau3dumlcaloq9cm.jpg     asm-135a.jpg

 

Ora finalmente potremo tirare un sospiro di sollievo per lo scampato pericolo di essere colpiti  dal satellite spia americano da, qualche tempo ormai irrimedialmente fuori controllo, che stava precipitando sulla terra.

Da tempo era stato diffuso l’allarme per questo pericolo, per il rischio di vedersi precipitare addosso un marchingegno di elevata tecnologia delle dimensioni di un grande Suv del peso di circa di due tonnellate, già in orbita da due anni e gravemente guastatosi tanto da non poter più essere controllato da terra.

Un vero scampato pericolo per molti di noi, per il fatto che all’interno di questo grande satellite spia c’erano delle sostenze altamente tossiche ed esplosive come l’idrazina e queste liberandosi dai loro serbatoi, dopo l’impatto con la terra, avrebbero potuto certamente mietere molte vittime per le deflagrazioni e per l’effetto avvelenante del gas tossico.

Così è stato deciso di abbattere il satellite prima che entrasse nella nostra atmosfera ed ieri un’incrociatore americano della classe Aegis il Lake Erie, posizionatosi nel Pacifico,

ha iniziato le operazioni di puntamento con un missile intercettore del tipo SM-3 per abbattere, appunto, il pericoloso satellite. E così è stato, il missile ha impattato l’obiettivo ad una altezza di circa 250 chilometri sopra l’oceano e fra circa un giorno si potrà sapere con certezza se sono stati distrutti anche i serbatoi del micidiale carburante.

Certo non dev’essere stata un’impresa di poco conto, ma per fortuna sembra che tutto si sia risolto e che la popolazione soggetta a questo evento sia salva e libera da ogni ragionevole preoccupazione per la sua incoluminità.

Quindi sembrava tutto finito bene sin quando Russia e Cina hanno richiesto ufficialmente notizie dell’accaduto, in virtù degli accordi internazionali che regolano queste circostanze, per avere la fondatezza delle notizie diffuse dagli Usa sull’episodio.

Questo perchè le due potenze ricorrenti temono che tutta la vicenda nasconda degli esperimenti segreti del tipo “guerra stellare” in atto dagli Usa per collaudare della tecnologia militare nell’eventuale necessità di voler estendere e potenziare nello spazio le proprie armi. Una preoccupante discussione ed una forzata e maliziosa ricostruzione

dell’operazione, che mi riporta a pensare ai tempi della guerra fredda, quando ogni occasione era buona per estendere il già esistente disaccordo fra Russia, Usa, Giappone e Cina, ma la loro equivalente potenza militare fungeva da elemento capace a scoraggiare qualsiasi supposta azione di guerra.

Mi sembra che stiano tornando incomprensioni fra le potenze suindicate, tanto è vero che la Russia di Putin ha ripreso a migliorare e ad attualizzare il suo armamento, la Cina non ha mai interrotto la propria corsa per un migliore e potente armamento, il Giappone con l’India e Corea del Sud osservano con molta attenzione la Cina dalla quale si sentono presumibilmente minacciate da una improvvisa estensione militare terza in un’area di loro prossima influenza.

Nel mondo ci vorrebbe un nuovo Gandhi e un’abbondante dose di buon senso per superare questo pericoloso nuovo antagonismo mondiale nella comprensione che nella ruota della vita siamo tutti uguali e che c’è posto per tutti, purchè ci si impegni ad eliminare ogni condizione di disarmonia, nel rispetto dell’altrui tradizione e dignità. Il resto lo farà il tempo con la continua, irrefrenabile e necessaria integrazione fra popoli, questo dovrebbe essere il messaggio primario della globalizzazione.

 

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: