W La Ducati…W Stoner.

    o47fkzcahr6r48calylznncakzd54ocaq8h0xgcayl57wmcaqaqj5ycalo23l8cafy09dtcal0o9hccad41nxoca5lwo72ca10s3daca4xxmqlca8tw6suca8k20i0ca5422lncamk9al6cajy8ofl.jpg         mqbvtscarh7yl2cae0ovpmca51c8j2ca3rkblrcaeizjadca3396xucal985nlca559df8caz7o3zfcaowgo0jcalpkhswca302xmxcakhix8bcav9mvypcaxgxzoqcaqc607gcarf7tkmcae1nq1a.jpg        c79k5hcakvbgl5cazdrgttcaxvz2vecaqo4fgrca8b8uzhca6pfvtsca9r1f7lcaup4rx0cauv5ldmcaiy0as5cajxylcocag4da5tcaicoto1cassv1tncaaegqdncak13sk0cak7lhvgcaafayvx.jpg

Finalmente era giunto il fatidico momento di accendere la televisione per seguire la prima gara del tanto atteso motomondiale di Gp. Scansammo tutto per lasciare sul tavolo un pò di posto libero per le sigarette, per il limoncello, per i bicchierini e per

i foglietti dove ognuno di noi aveva indicato nero su bianco il nome del proprio probabile vincitore……io avevo indicato senza indugio il nome di Stoner, è bravo, m’è simpatico e

mi piace il suo aspetto di persona semplice con un’espressione pulita e sempre generosa nei confronti dei suoi avversari, non ho mai ascoltato un suo giudizio negativo od ironico verso chicchessia e ciò dimostra la sua tranquillità interiore e la fiducia nelle proprie attuali capacità di guida e nella sua potente moto. Certo la Ducati non sembra facile da guidare e credo che il suo comportamento sia nervoso, aggressivo e violento dato che il progetto ha privilegiato la potenza alla fluidità di guida, insomma per riuscire a condurla è senz’altro necessario possedere un gran feeling ed un carattere di guida simile, essenziale, coraggioso, aggressivo con tutta la manopola del gas al massimo.

E così è stato, dopo il via quando tutti quei mostri di potenza schizzavano via dalla linea di partenza, Stoner ha atteso in quinta posizione che le sue gomme raggiungessero la giusta temperatura per poi attaccare inesorabilmente, dal settimo giro in poi, tutti i suoi avversari che sino a quel momento lo precedevano, Toseland, Dovizioso, Hyden, Pedrosa, Rossi e Lorenzo.

Sono sicuro che in quei momenti nelle arterie e nelle vene dei centauri scorrevano fiotti di adrenalina, che curva dopo curva alimentavano la tenzione dei vari duelli che si susseguivano al limite delle leggi di fisica nelle tormentate linee delle varie traiettorie disegnate sull’ampia pista e con le impossibili pieghe imposte a quei mostri di ottocento cc. di cilindrata nell’affrontare quell’infinito numero di curve sotto la luce chiara di non sò quanti milioni di watt.

Una gara molto combattuta con molti sorpassi mozzafiato e con terribili accelerazioni, nella prima parte della gara Valentino Rossi abbandona la sua quarta posizione per essere secondo dopo aver superato Lorenzo e Toseland, mentre Stoner raggiunge la quarta posizione. A metà del quarto giro Rossi, con una sua solita staccata al limite, supera Pedrosa (Honda) prendendo il comando della corsa accumulando un piccolo vantaggio. Intanto però, Stoner, dopo  circa tre giri, riesce a posizionarsi alle spalle di Rossi, che nel lungo rettilineo non gli resiste cedendo la sua seconda posizione anche al suo giovane compagno di scuderia Lorenzo. Così la testa della corsa vede lo scatenato Stoner in prima posizione, seguito dall’ottima matricola Lorenzo e dopo qualche giro si posiziona al terzo posto il bravo Pedrosa, mentre alle loro spalle il resto della pattuglia

si sgrana e Rossi, via via, perde sempre più decimi sino a collocarsi al quinto posto per giungere, quindi, al traguardo con ben oltre tredici secondi di ritardo.

Così la Ducati ha iniziato nel migliori dei modi questo mondiale 2008 con il suo fantastico alfiere australiano, che in questa edizione in notturna ha piazzato dei mirabili ed irrangiugibili giri record.

Bello il podio con tre grandi e giovani corridori:

1) Stoner – Ducati, bridgestone,

2) Lorenzo -Yamaha, michelin,

3) Pedrosa – RepsolHonda,

Opache le prestazioni di Capirossi ottavo con la Suzuki e di Melandri undicesimo con la Ducati.

Vedremo cosa accadrà in futuro, nella seconda gara del motomondiale che si terrà in Spagna nel circuito di Jarez de la Frontera il trenta marzo prossimo.

Intanto io ho vinto, con il mio giusto pronostico della vittoria di Stoner, un caffè al giorno sino alla prossima gara.

 

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: