Circuito dell’Estoril – 3a Gara moto G.P. Motomondiale 2008

Circuito di Estoril (Portogallo) –

Le prove di qualificazione per la pole position effettuate ieri hanno visto prevalere la matricola Jorge Lorenzo, su Yamaha gommata Michelin con un tempo 1’35″715, che ha guidato con autorevolezza il suo veloce bolide in un circuito piovigginoso con una temperatura atmosferica di circa 15°, mentre sull’asfalto si misuravano 19°/20°. L’asfalto della pista non è dei migliori, tanto è vero che si notano ampie “toppe”, una pista che sembra avere necessità di un totale rifacimento dell’asfalto od almeno di una buona ricopertura del vecchio manto, che ormai mostra qualche pecca pur mantenendo un discreto grip.

 

In questa seconda sessione delle prove si sono affrontate le gomme Michelin e Bridgeston e le prime hanno dimostrato di essere le più adatte e le più performanti, permettendo, appunto, a Lorenzo di conquistare la prima posizione nella griglia di partenza per la gara GP.

Valentino Rossi, malgrado goda di una particolare attenzione da parte del paddock Yamaha, non è riuscito a fare meglio di 1’36″199 con le sue Bridgeston ed è posizionato al terzo posto nella griglia di partenza (prima fila).

In queste prove anche la Honda, con il giovane Pedrosa, ha dimostrato di essere seriamente in corsa per la conquista del titolo mondiale, tanto è vero questo che la HRC è riuscita a completare uno sviluppo pazzesco tanto da aggiudicarsi il secondo posto nella griglia di partenza con un tempo 1’35″948 in questo tortuoso e complicato circuito, che si sviluppa con un buon rettilineo, con una serie di curve, una chicane ed un cavatappino in salita. Una varietà di condizioni complicate di pista, lunga 4,200 km circa, che hanno reso complicata la vita dei meccanici per trovare la giusta messa a punto delle moto.

La Ducati intanto non sembra riemergere dalle sue difficoltà, sembra una moto di difficile governabilità, sbacchetta nell’avantreno e si muove molto e questo non permette ai suoi bravi piloti di sfruttare al meglio la sua potenza. Sembra essere una Ducati diversa da quella dello scorso anno, ma non è così, infatti i suoi parametri attuali sono gli stessi del 2007. Stoner è l’unico pilota che riesce a guidarla anche oltre il limite delle sue centraline elettroniche, ma malgrado ciò la rossa di Panigale è riuscita a piazzarsi in terza fila al nono posto con un abbondante tempo di 1’37″253. Speriamo che oggi, prima della gara, vengano individuati i problemi che limitano le sue prestazioni per arrivare al traguardo almeno fra i primi tre piloti, in modo da salire in uno dei gradini del podio.

Qualcuno ipotizza che la Ducati, a causa del suo chassis realizato con tubolari di acciaio, si “muove” così tanto in corsa da rendere appunto difficile il suo governo e quindi con la conseguente limitazione delle sue potenti prestazioni. . . .speriamo bene, noi tifiamo per questa moto, un bolide tutto italiano realizzato da una piccola industria, che riesce a fronteggiare i giganti giapponesi e questo non è poco.

Comunque oggi in primo pomeriggio troveremo la griglia delle moto GP così composta al via:

 

 

 

 

1) Jorge Lorenzo Yamaha Michelin 1’35″715

2) Daniel Pedrosa Honda 1’35″948

3) Valentino Rossi Yamaha Bridgeston 1’36″199

4) Nicky Hayden Honda 1’36″266

5) Colin Edwards Yamaha 1’36″269

.

.

.

9) Casey Stoner Ducati 1’37″253

 

Annunci

One Response to Circuito dell’Estoril – 3a Gara moto G.P. Motomondiale 2008

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: