Linfedema Primario Cronico – I Nuovi Livelli Essenziali di Assistenza.

Il Ministro On.le Livia Turco ha mantenuto la promessa e quindi l’impegno per un nuovo DPCM Nuovi Lea.

Dal sito del Ministero della salute:

  

link: http://www.ministerosalute.it/dettaglio/phPrimoPianoNew.jsp?id=162

 

 

Il Presidente del Consiglio Romano Prodi e i Ministri della Salute Livia Turco e dell’Economia Tommaso Padoa Schioppa hanno firmato il Dpcm contenente i nuovi Livelli essenziali di assistenza erogati dal Servizio sanitario nazionale.

Per il Ministro della Salute Livia Turco, con questo atto “si conclude anche la seconda parte del Patto per la Salute sottoscritto nell’ottobre del 2006 con le Regioni per il rilancio della sanità pubblica italiana attraverso il suo risanamento economico e finanziario e, per l’appunto, con l’aggiornamento dei Livelli essenziali di assistenza per venire incontro ai nuovi bisogni di salute della popolazione”.

I nuovi Lea contengono infatti numerose novità rispetto all’attuale elenco di prestazioni e servizi erogati dal Ssn. Il Dpcm contiene anche il nuovo “nomenclatore tariffario dei presidi, delle protesi e degli ausili” e i nuovi elenchi delle malattie croniche e delle malattie rare esentate dal pagamento del ticket.

In sintesi, i nuovi Livelli essenziali di assistenza ridefiniscono il “paniere” dei servizi e delle prestazioni offerte dal Ssn a tutti i cittadini, per un totale di oltre 5.700 tipologie di prestazioni e servizi per la prevenzione, la cura e la riabilitazione.

Ecco i “numeri” principali dei Lea:

500 classi di prestazioni ospedaliere. In queste classi sono comprese tutte le prestazioni giudicate appropriate per il paziente in regime di ricovero ospedaliero ordinario o diurno (tranne quelle esplicitamente escluse, come le prestazioni di chirurgia estetica), cui si aggiungono tutte le prestazioni di pronto soccorso.

2.230 prestazioni specialistiche.

190 tipi di ausili monouso.

1.670 protesi su misura (contando i diversi modelli o misure per tipo, gli aggiuntivi e le riparazioni).

1.010 ausili di serie (contando i diversi modelli e misure per tipo, gli aggiuntivi).

78 programmi di prevenzione collettiva per altrettante patologie prevenibili.

20 tipi di prestazioni termali.

10 tipologie di assistenza domiciliare e residenziali per anziani non autosufficienti.

4 tipologie di prestazioni riabilitative intensive extraospedaliere.

25 altre tipologie di prestazioni per soggetti appartenenti ad aree di bisogno socio-sanitario complesso ( salute mentale, dipendenze, disabilità ecc).

 

Per consultare il DPCF relativo ai Nuovi Lea, basta inserire sulla stringa superiore del PC il seguente link del Ministero della Salute:

 

http://www.ministerosalute.it/imgs/C_17_primopianoNuovo_162_documenti_item Documenti_0_fileDocumento.pdf

 

Vi trovere a leggere il documento in formato PDF, andate a pagina 9 (allegato nr. 7) riferito alle malattie del sistema circolatorio. Lì troverete elencato il “Linfedema Primario cronico e le malattie afferenti al gruppo”

 

Quindi:

 

Ampliata, l’assistenza specifica a particolari categorie per le persone affette:

da malattie rare: l’elenco è stato integralmente rivisto con l’ampliamento dell’esenzione ad altre 109 malattie o gruppi. Questo processo di revisione è il frutto del lavoro di condivisione e studio proposto dal Tavolo interregionale per le malattie rare e dalla Commissione nazionale Lea; si evidenzia che la celiachia, data l’alta prevalenza dei casi, è trasferita nell’elenco delle malattie croniche;

da malattie croniche: l’elenco delle malattie croniche tutelate ed esentate dal ticket, è stato sostituito da un nuovo elenco che recepisce la proposta della Commissione nazionale Lea; tale proposta prevede l’inserimento di 6 nuove patologie gravi (BPCO, Rene policistico autosomico dominante, Osteomielite cronica, Sarcoidosi grave, Malattie renali croniche, Sindrome da talidomide) e la revisione delle prestazioni garantite in esenzione per numerose altre patologie.

A questo punto però bisognerà attendere che il presente decreto venga pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana per entrare in vigore.

Fra qualche giorno né sapremo di più.

 

Comunque chi desidera informazioni può senz’altro rivolgersi all’URP del Ministero della Salute:

 

Telefono
Il personale risponde alle telefonate
dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12
ai numeri +39 06.5994.2378 – 2758

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: