4a Prova del Campionato Mondiale di F.1- Spagna.

La prima cosa che ho fatto questa mattina è stata la verifica delle condizioni meteo spagnole e quì un servizio meteorologico televisivo ha tranquillizzato tutti: bel tempo, nessuna minaccia di pioggia e clima con temperature a salire. Quindi tutto ok nel circuito di Montmelò, ad un tiro di schioppo da Barcellona, che sviluppa un tracciato di ben 4,7 chilometri per un totale di circa 307 chilometri-gara, ben 66 giri da inanellare con grinta e decisione con punte di quasi 320 km/h.

Quì il Principe delle Asturie, alias (!) Fernando Alonso, gioca in casa ed il fatto di essere riuscito a conquistare il secondo miglior tempo e la prima fila in griglia ha acceso la sua super vivace tifoseria composta dalla stragrande maggioranza degli spettatori, si prevedono ben 120.000 presenze ed un nugolo di bandiere.

E’ vero che Alonso parte in prima fila, accanto a Kimi, con un lungo rettilineo dove liberare i cavali della sua rinata Renault, ma si prevede che effettuerà il primo pit-stop al 12° giro per rabboccare la probabile poca benzina presente nel suo serbatoio al momento della partenza.

Quasi sicuramente la maggior parte delle monoposto partirà con le gomme a mescola più dura, che in questo circuito durano molto più a lungo delle morbide e non difettano di differente grip. Forse Alonso partirà con le mescole più morbide per ottenere una maggiore velocità e così guadagnare un necessario vantaggio in previsione di una anticipata germata al suo box.

Le voci che circolano in questa occasione del GP di Spagna è quella della possibilità di un passaggio di Fernando Alonso alla Ferrari entro la fine del 2008 al posto di Felipe Massa e se ciò fosse vero mi dispiacerebbe perchè oltre la simpatia di Felipe ricordo che durante la famosa e vergognosa spy-story McLaren-Ferrari lo spagnolo sembrava essere al corrente di quanto di illecito stava accadendo, e ciò mi aveva disturbato, sempre che questa notizia diffusa dai media fosse fondata di fatti reali.

Certo il pilota delle Asturie è dotato di un’ottima esperienza e ciò lo si desume dalle condizioni tecniche delle macchine pilotate, ma sono certo che anche Felipe Massa sia dotato di ottime doti per suggerire ai suoi tecnici accorgimenti per mettere a punto nei miglior modo la sua rossa monoposto.

Intanto quì la Fia ha già parzialmente anticipato qualche novità del regolamento della prossima stagione agonistica, come il probabile ritorno delle gomme slick da asciutto senza battistrada, eliminazione dell’uso delle termocoperte per le gomme, come la dotazione sulle macchine del sistema Kers (kinetic energy recovery system), un sistema cinetico in grado di recuperare un tot di energia per poi liberarla quando il pilota necessita di maggiore potenza (come per esempio dall’uscita dai curvoni veloci) e tante altre novità che possano anche riguardare la futura economia del Circus.

Intanto questa mattina riosservando il passo delle varie monoposto in gara viene normale confermate le ottime condizioni della Ferrari, della Renault e della Bmw con il temerario e veloce Kubica, leggermente appannata la McLaren seguita dalla Williams, dalla Red Bull e Toyota.

Sarà senz’altro una bella gara senz’altro combattuta ed il ritorno della Renaut verso le posizione dei Top Team rende ancora più interessante la gara di questo pomeriggio e ciò sarà la più bella gratificazione per il duro lavoro di Briatore. . . . .ormai agli sgoccioli della sua condizione di eterno single, infatti si è diffusa la voce che il prossimo 15 giugno (del 2008 o del 2009 ?) sposerà finalmente Elisabetta Gregoracci. Auguri patron Briatore!

Si arriva così al momento faditico dell’allineamento dei concorrenti sulla griglia di partenza e dopo il giro di ricognizione, dove Alonso è andato fuori pista sull’erba, di nuovo allineamento ed il via. Tutti scattano bene oltre la linea di partenza, Massa supera Alonso e si allinea dietro Raikkonen, seguito da Alonso, Hamilton e Kubica.

Ma alla fine del rettineo Vettel (Toro Rosso) e Suttil (F.India) entrano in collisione escludendosi dal proseguimento della gara, mentre la safety car entra in pista, fa allineare i concorrenti alle sue spalle, per dare la possibilità agli incaricati della sicurezza in pista di togliere le due monoposto incidentate dal terreno di gara.

Dopo due giri circa la corsa riprende il normale ritmo ed al 5° giro lieve spavento per il dritto del giovane Piquet jr., al 7° giro invece Piquet jr. deve definitivamente abbandonare la pista dopo una collisione con Bourdais durante un tentativo di sorpasso mal riuscito.

La gara procede senza sorpassi, sembra che i piazzamenti ottenuti nelle prove abbiano giustamente posizionato i concorrenti secondo la potenza delle loro macchine.

Verso la fine del 15° giro la Renault di Alonso si ferma per il suo primo pit-stop, che lo impegna per 9′ davanti al box per le previste operazioni di cambio gomme e rabbocco della benzina.

Diversamente da quanto previsto tutti i piloti si sono avvalsi di gomme morbide nella partenza, replicando questa dotazione anche in occasione del primo pit-stop, percorrendo quindi l’ultimo tratto di gara, dopo il secondo stop, con gomme dure.

La Ferrari inizia a rifornire i suoi piloti cominciando da Felipe Massa (19° giro) e quindi Kimi al giro successivo e quest’ultimo riesce a rientrare in pista proprio davanti al suo compagno di scuderia.

Anche Hamilton si ferma al 20° giro per i suoi rifornimenti, seguito dalla Bmw di Kubica, sempre incollato alle sue spalle.

Al 21° giro, per il cedimento della sospension sinistra della sua McLaren, Kovalainen si schianta alla velocità di oltre 200 km/h contro le barriere di protezione della Curva Nord. Il suo angolo di impatto rende visivamente più terribile il suo mpatto, tanto che la parte anteriore della macchina s’infila e sparisce sotto la prima fila dei pneumatici ed il pilota rimane nascosto alla vista degli addetti al soccorso. Questo sembra essere la replica dello stesso incidente accaduto l’ann scorso ad Hamilton ed è senz’altro un gran brutto incidente, che fà nascere qualche dubbio sulla sicurezza dell’abilità della McLaren. Per fortuna il bravo Kovalainen esce quasi indenne da questa collisione, almeno così conferma il medico della sua scuderia, però per un accurato controllo viene trasportato in elicottero al più vicino ospedale. Quì si riesce finalmente a tirare un sospiro di sollievo per l’esito incruento per il pilota.

Le sorprese però non sono finite, mentre si seguiva il lungo serpentone delle monoposto sfilare veloci sull’asfalto, Alonso è costrett a fermarsi al bordo della pista con la sua Renault fumante come una locomotiva, quasi certamente gli aveva ceduto la bancata destra del motore. Il numeroso pubblico, superato un’attimo di sbalordimento per questo inatteso epilogo, ha dedicato un lungo applauso al Principe delle Asturie così malamente disarcionato, ma così sono le corse. . . .oltre alla bravura è necessaria anche una buona dose di fortuna e questa volta non sembra essere andata così, pazienza.

Si giunge così al 38° giro e la gara è condotta da Kimi, Felipe Massa, Hamilton e quindi Kubica. Tutto normale i primi non cedono il passo a nessuno e si procede quasi nella noia sin quando anche il bravo Rosberg alla 41° tornata deve abbandonare per un guasto alla sua Williams.

Dal 45° giro in poi vengono effettuati tutti i rifornimenti alle macchine ancora in pista, Massa e Raikkonen si fermano rispettivamente al 46° ed al 47°, strettamente seguiti in questa operazione da Hamilton.

L’ultima collisione della giornata ce la fanno vedere Glock e Coultart con il conseguente danneggiamento delle loro macchine.

La gara continua così senza più emozioni sino alla fine e sotto la bandiera a scacchi transitano per primo Raikkonen, per secondo Massa seguito quindi da Hamilton, Kubica e Webberg.

Ordine di arrivo:

1 – Raikkonen Ferrari

2 – Massa Ferrari

3 – Hamilton McLaren

4 – Kubica Bmw

5 – Webber Red Bull

6 – Button Honda

7 – Nakajima Willians

8 – Trulli Toyota

9 – Heidfeld Bmw

10- Fisichella F.India (ottimo risultato)

 

 

Classifica Mondiale piloti:

1 – Raikkonen Ferrari 24

2 – Hamilton McLaren 20

3 – Kubica Bmw 19

4 – Massa ferrari 18

5 – Heidfeld Bmw 16

6 – Kovalainen McLaren 14

7 – Trulli Toyota 9

8 – Webber R.Bull 8

9 – Rosberg Williams 7

10 – Alonso Renault 6

 

Classifica Mondiale Costruttori:

1 – Ferrari 47

2 – Bmw 35

3 – McLaren 34

4 – Williams 12

5 – Toyota 9

6 – R.Bull 9

7 – Renault 6

8 – T.Rosso 2

9 – Honda 2

 

Che dire ora? Alla prossima l’ 11 maggio prossimo in Turchia, pista con la quale Massa ha buona confidenza

 

2 risposte a 4a Prova del Campionato Mondiale di F.1- Spagna.

  1. […] Traval wrote an interesting post today onHere’s a quick excerptLe voci che circolano in questa occasione del GP di Spagna è quella della possibilità di un passaggio di Fernando Alonso alla Ferrari entro la fine del 2008 al posto di Felipe Massa e se ciò fosse vero mi dispiacerebbe perchè oltre la … […]

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: