Circuito di Le Mans – Prove per la 5a Gara di Motomondiale GP.

Il circuito di Le Mans è un appuntamento classico, ormai consolidato, per queste competizioni. Il suo profilo è stato variato molte volte, mentre la sua lunghezza è quasi sempre rimasta di circa 4,200 km fra curve, chicane, rettinei e lievi variazioni di livello stradale. Credo che questo quinto appuntamento conti molto per i parecipanti a questo sport, nel senso che ci si avvicina alla metà del calendario gare e quì si può iniziare a prendere il giusto vantaggio nella classifica provisoria mondiale per ben sperare nel migliore risultato finale.

Quì, secondo me che sono un semplice spettatore, si nota la differenza caratteriale, la consistenza della grinta dei piloti e la validità tecnica dei vari Team.

Nelle prove di ieri ho notato un Lorenzo sempre più determinato e a volte esagerato, tanto che anche ieri ha rischiato di brutto nella nuova brutta caduta. Per lui la giornata di ieri è stato un momento veramente fortunato, ha rischiato l’aggravarsi ed il complicarsi delle sue già precarie condizioni fisiche, ma Santa Pupa l’ha fatto graziare ed è uscito illeso dall’incidente, mentre per noi poveri spettatori quella carambola ha attentato seriamente l’integrità delle nostre coronarie.

Con soddisfazione, in questo bel circuito francese, si sono riviste le gomme Michelin molto competitive, tanto che il temerario Edwards, con Yamaha gommata Michelin, ha più volte segnato il miglior tempo e per un’incomprensione con lo sfortunato Melandri non è riuscito a mantenere propria la pole position.

Comunque si è visto il solito Stoner guidare in modo esagerato e la sua Ducati sembra aver ripreso a filare come un turbo-furetto.

La Honda con il leggero Pedrosa è riuscita finalmente ha segnare la propria prima pole della stagione con un tempo di 1’32″647.

Valentino Rossi si è ben comportato con le sue Bridgestone, ma non è riuscito ad andare oltre il quarto migliore tempo in questa pista con la quale ha una buona confidenza.

Il kamikaze Lorenzo, con Yamaha gommata Michelin, ha fermato il suo tempo in un ottimo quinto posto sulla griglia di partenza.

Se il tempo meteorologico si mantiene buono, quindi senza pioggia, dovremo assistere ad una bella e combattuta gara dove la Honda, la Yamaha e la Ducati si contenderanno la bandiera a scacchi finale con i loro alfieri che hanno occupato i primi posti dietro la linea di partenza: Pedrosa – Edwards – Stoner – Rossi – Lorenzo.

Se dovessi fare un pronostico i miei pensieri si fermerebbero sulla Yamaha di Valentino Rossi, quindi Stoner con la sua Ducati, Pedrosa a cavallo di una migliorata Honda. La sorpresa potrebbe essere rappresentata dalla Yamaha di Edwards, mentre per Lorenzo pronostico una buona posizione finale, entro i primi sei.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: