3a Ultima Prova per il Campionato Mondiale di MotoGp – Australia Circuito di Phillip Island.

Non ero molto motivato nel seguire questa sessione del campionato mondiale di motoGp,

visti i non soddisfacenti epiloghi delle precedenti gare della a me cara Ducati, ma la mia

passione per le moto ha avuto la meglio e quindi grande levataccia per seguirne le fasi.

Belle le immagini del circuito di Phillip Island con la sua pista snodarsi fra ampi spazi di fuga verdi, intervallati da brevi zone di ghiaia e dai suoi larghi bassi cordoli caratterizzate da larghe e corte strisce azzurre e bianche. Il bel tempo ha permesso la tranquilla partecipazione di un pubblico veramente numeroso e tutto abbigliate con magliette e cappelli tutti colorati. . . . lì è ancora estate e per quanto ho sentito c’erano ben 20° nell’aria e 30° in pista, condizioni ottimali per una bella gara e così è stato.

Appena schierate le moto sulla griglia di partenza, mi sono messo accuratamente a guardare la Ducati e, sarà stata forse la sola mia impressione, questa mi è apparsa con la carena colorata con una nuova gradazione di rosso, più bello più brillante meno intenso di quanto mi ricordavo nelle precedenti gare. Anche il cupolino m’è sembrato non del solito profilo, ma più sfuggente, forse leggermente più piccolo in un insieme più aggressivo e penetrante. Sicuramente il tutto è derivato da una mia semplice impressione, ma nell’osservazione la Ducati m’è sembrata con un migliore più basso valore di Cx. . .vorrò documentarmi al riguardo.

Appena spenti i semafori del via, tutti i concorrenti sono scattati in avanti aggredendo

velocemente la pista e finalmente ho visto Casey Stoner sulla sua Ducati sfrecciare in

testa al gruppo raggiungendo subito un eccezionale passo di gara, tanto da riuscire finalmente a dominare e vincere questa terzultima gara per il campionato mondiale delle motoGp 2008. Sarà stata l’aria di casa, l’Australia, ma è vero che in questa circostanza ho rivisto lo Stoner teso in fuga per poi vincere in solitario, interponendo fra se ed il primo inseguitore un sostanziale distacco.

Il suo primo inseguitore è stato Valentino Rossi che, benchè penalizzato da una rovinosa caduta nelle prove del giorno precedente la gara, che lo hanno costretto a partire dalla quarta fila, è riuscito a risalire tutto il serpentone sgranato di altri concorrenti, fra i quali l’aggressivo Toseland ed Hayden, quest’ultimo proprio all’ultimo giro quando le sue michelin ormai erano in fase residua, e raggiungere la seconda posizione.

Una bella gara con molte fasi veramente avvincenti per i numerosi e temerari sorpassi e controsorpassi fra Rossi-Toseland-Lorenzo e Dovizioso.

In questo gradevole scenario solo la Honda non è riuscita a ben figurare per la sfortunata caduta di Pedrosa proprio durante il primo giro. Marco Melandri, come al solito in questa stagione, non è riuscito ad andare oltre il 16mo posto, per lui ormai i pensieri saranno per la prossima stagione con i colori della Kawasaki.

Ormai il titolo mondiale è già stato conquistato da Valentino Rossi, quindi l’interesse di

tutti gli sportivi si sposterà giustamente verso la stagione 2009 per constatare quali saranno le variazioni dei valori in campo, io prevedo una sempre forte maneggevole e perfetta Yamaha (suppongo grazie sempre alla Fiat) ed una nuova Ducati quasi completamente ridisegnata e quì mi auguro più maneggevole e più facile da condurre e con una ciclistica più coerente alla sua reale potenza. Sino ad oggi solo Stoner è stato in grado di condurre e dominare questo rosso scorbutico bolide, quindi speriamo in un assetto che né favorisca la maneggevolezza.

Comunque prima di terminare le mie impressioni per questa bella gara, debbo rinnovare i complimenti a Casey Stoner per la generosità e la correttezza che dedica ai suoi avversari ed in particolare per quanto di bello riferisce di Valentino Rossi. . . .è proprio una brava e bella persona!

 

 

Ordine di arrivo: 1) Casey Stoner – 2) Valentino Rossi – 3) Nicky Hayden – 4) James Tosend – 5) Jorge Lorenzo – . . . . 10) L.Capirossi – . . . 16) Marco Melandri -.

 

Classifica piloti: 1) Rossi p. 322 – 2) Stoner p. 245 – 3) Pedrosa p. 209 – 4) Lorenzo p. 182 – 5) Dovizioso p. 145.

 

Classifica costruttori: 1) Yamaha-Fiat p. 361 – 2) Ducati p. 286 – 3) Honda p. 275 – 4) Susuki p. 165 – 5) Kawasaki 81 -.

 

 

 

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: