Questo sito è contro ogni violenza e sopruso sui più deboli:

marzo 28, 2009

non_toccate_i_bambini

 

 

 

 

 

 

 

armipjpcaes1gvlcas695nvca0f98wacavi934hca72rniicaxqj334cahl0fkmca9wu9gtcadti8e9cavz5tgicag2d6wtcar42v5zca723lkycajzx5nfcazp60yaca4a1041ca6m2bdica0937xn        ak7uwwucag4jkuuca3oi53scazrpip1caxqux38catlrqdcca5ra5i6caq6rwspca6tp1rzca0aeutkca0g62p7cauainqcca2d3vahcaigu460caxxxlu6cajb2enica7taz3fcad0sij9cavxq11l   lavoro2295_img

 

Questo sito è contro ogni violenza e sopruso sui più deboli:

 

  • Aborriamo e combattiamo la pedofilia,

  • Condanniamo gli stupratori e chiunque faccia violenza alle donne,

  • Difendiamo i bambini, gli anziani e tutte le persone più deboli,

  • Siamo sempre dalla parte della Legge e della Giustizia Sociale.

Annunci

Open for Questions

marzo 27, 2009

ar4axkjcaudf3txcazo4zudca019klncab5v18ocapm0bm6cav5mwwpca5724nkcaktkaiccaolz667cafertcycaul4evfcarj4rn7camu4y4dcaybaf3ccahm3e08cal6qehfcaavvkwpcaukme8kfriend —

I wanted to tell you about an exciting new feature just

launched on the White House website called “Open for

Questions.”
Here’s how it works — President Obama is inviting

everyone to ask a question about the economy and to

rate other questions up or down.
On Thursday morning, the President will conduct an

online town hall on the economy and answer some of the

most popular questions live.Watch a video of the President explaining this new feature

 

and be a part of it now.

“Open for Questions” is an opportunity to open up the

White House to all Americans.
It’s an experiment designed to encourage transparency

and accountability by giving you a direct line to the

White House.
This first round will deal with the economy. Americans

deserve to know what their government is doing to get

our economy back on track. But it’s up to you to participate

and make this experiment a success.
Join the discussion now:
http://whitehouse.gov/OpenForQuestions

 

Thanks, and remember to check back Thursday to

watch the President answer some of your questions live.

Mitch
Mitch Stewart
Director Organizing for America

 

amico – (scrivimi e ti risponderò)    ar8qnq0cad9ewjbca6sj28zca39ap43ca4w25gkcaf3uj0ocarivb2sca3a82ricaj43lbgcaogxefpcawysb92ca3151cucalqz8qycatphmzoca2cie35calnfnmlcarcj2dvcamgu1htcam5yw96
Volevo dirvi su una nuova funzione appena lanciato sul sito web della Casa Bianca chiamato “Aperto per domande”.
Ecco come funziona – Presidente Obama sta invitando tutti a porre una domanda circa l’economia e per votare altre domande su o in giù.
Giovedi ‘mattina, il Presidente sarà condotta online Municipio per l’economia e rispondere ad alcune delle domande più vivere.
Guarda un video che spiega il presidente di questa nuova funzionalità e di essere una parte di esso ora.
“Aperto per domande” è l’occasione per aprire la Casa Bianca a tutti gli americani.
Si tratta di un esperimento progettato per promuovere la trasparenza e la responsabilità dando una linea diretta per la Casa Bianca.
Questa prima fase si occuperà, con l’economia. Gli americani hanno il diritto di sapere ciò che il suo governo sta facendo per la nostra economia sul binario giusto. Ma spetta a voi la scelta di partecipare e di fare questo esperimento un successo.
Partecipa alla discussione ora:

http://whitehouse.gov/OpenForQuestions

Grazie, e ricordatevi di controllare Giovedi indietro per guardare il Presidente rispondere ad alcune delle vostre domande in diretta.

Mitch
Mitch Stewart
Direttore
Organizzazione per l’America

 


Farmaci Innovativi – Qualità Efficacia Appropriatezza.

marzo 21, 2009

a62lge2cawb7611ca5p1g5ocauj74hjcavh0gqoca9slg6wca11gofzcamvjsjcca1ro8qocamk3cbica4hn6obcalqj7mmcailzjcwcal9815ocadw59orcayni28xca357cu8casc648vca8n2ihm1Come avevo preavvisato, questo venerdì 20 marzo, mi sono recato al Convegno sui Farmaci Innovativi promosso ed organizzato dall’Associazione Culturale “Giuseppe Dossetti: i Valori – Tutela e Sviluppo dei Diritti”. L’appuntamento era come al solito presso una sala del Palazzo Marini in Roma della camera dei Deputati – in un’altra sala dello stesso palazzo il senatore Marino stava partecipando ad una assise sul testamento biologico-. Dopo essere riuscito a traslocare tutti gli oggetti metallici dalle mie tasche ad una vaschetta di plastica per passare il controllo della sicurezza e del metal-detector, confermata la presenza dell’Associazione Sos Linfedema, sono entrato nella sala nel giusto momento in cui il segretario nazionale dottor Claudio Giustozzi dava inizio alla sua relazione sull’accesso alle terapie ed all’uso dei farmaci innovativi, dei farmaci intelligenti, dei farmaci biologici-biotecnologici, dei farmaci equivalenti-biosimilari, dell’importanza della ricerca e del loro uso secondo il criterio dell’appropriatezza. Attraverso varie altre relazioni sostenute da eminenti clinici – dal rappresentante della Farmindustria si sono ascoltati contributi ove indicavano l’opportunità del risparmio per il Ssn nell’utilizzo della risorsa innegabile quale è la presenza sul mercato del farmaco dei medicinali equivalenti, il cui utilizzo ha permesso alla Sanità di risparmiare molti milioni di euro. Di contro però vi sono dei nuovi farmaci che costano all’utente un patrimonio, come il caso di un medicinale (del quale non ricordo più il nome) che viene addebitato al costo di mille euro a fiala. Abbiamo ascoltato relazioni sui progetti quadro europei per la ricerca e sulla produzione di appunto nuovi farmaci, e fra questi ultimi la prospettiva più promettente è rappresentata dai farmaci cosidetti “intelligenti”. Questi permettono un approccio innovativo nella cura di una tale patologia bersagliando in maniera selettiva le cellule malate (ad es. tumorali) sfruttando l’esistenza di ligandi specifici, quali anticorpi contro marcatori sovraespressi sulla membrana plasmatica, da utilizzare sia come veicoli che come agenti di terapeutici, bloccando direttamente la trasformazione e la progressione cellulare attraverso un meccanismo di segnali cellulari, mentre altri di questi farmaci “intelligenti” sono in grado di veicolare sostanze citotossiche contro la cellula malata. Come era nelle aspettative un interessante convegno, non c’è che dire, ma quello che risalta da questo dotto lavoro è che se non si provvede a rendere l’utilizzo della Sanità in modo eguale in tutto il nostro territorio nazionale, come sarebbe giusto e normale, si rischia di permettere a chi ha più soldi di curarsi meglio. logo-sos2sembra essere il messaggio che arriva dal nostro Ssn. Migliaia sono i malati che non possono curarsi con i farmaci innovativi perché troppo cari. In Italia con l’approvazione del federalismo sanitario potremmo trovarci davanti a ventuno sistemi si sanità diversi, nel senso che ogni regione può permettere ai propri residenti di accedere o meno ai farmaci nuovi per le migliori terapie di cura. Così, per un altro verso, continuerà il “turismo sanitario” che molti pazienti saranno costretti a sopportare se posseggono le giuste risorse economiche per curarsi più appropriatamente nella speranza di riuscire a risolvere la propria vulnerabilità di salute. Tutte le persone dovranno fare una pressione sociale affinché si arrivi ad organizzare una Sanità Pubblica uguale per tutti ove ognuno di noi, alla necessità, può usufruire delle migliori terapie per curarsi, compresi i farmaci innovativi, tutto ciò con la creazione di linee guida nazionali che possano essere uniformi in tutte le regioni, per evitarci ulteriori disparità di trattamento. A questo punto è superfluo affermare che tutti, compreso le varie associazioni, devono far sentire la loro voce per omogeneizzare tutti i temi connessi al diritto ed al rispetto della qualità della vita sia uguale in ogni parte della nostra Penisola. Non viviamo ai margini dei problemi.


From President Barack Obama

marzo 18, 2009

 

friend —

President Obama recorded a special message for you

about the budget he’s submitted to Congress and what

you can do to help it pass.

Watch the video now and take action to make sure

your representatives know you support this new direction:

Watch the video


The budget President Obama has proposed isn’t the same

old document Washington has come to expect year after year.

Right now, we have a once-in-a-lifetime opportunity to finally

confront the systemic problems that have held America back

for far too long in energy, health care, and education.

But it’s up to you to get involved and make it happen. Join a

canvass this weekend and talk with everyone you know about

the President’s plan to secure long-term prosperity for our

families.

After watching the President’s video, you can also look

up your elected representatives and let them know you

support this new foundation for economic growth:

http://my.barackobama.com/budgetaction

Thanks,

David Plouffe

 

 

 

Il Presidente Obama torna a sollecitare gli americani affinché

lo aiutino a sostenere il suo Piano di Risanamento e di Assistenza

del Paese. Così invita tutte le persone ad informare e a

sollecitare tutti i loro rappresentanti eletti a supportare per fare a approvare il documento di bilancio aggiornato per riuscire così

ad affrontare tutti i problemi sistemici che non hanno permesso

un vero sviluppo dell’America.

Gradevole ed efficace questa comunicazione usata da

Barack Obama per informare e farsi così sostenere nel

suo difficile compito di far riemergere l’America nel suo

ruolo di prestigio mondiale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


PARLIAMOCI.

marzo 18, 2009

aiw9sb1caadxql6caf5yqt2cag21fqucajavonfcadzd6e4caw3lvw8caigu4wacavfnhjocaa6r3h3cabn4nkjcav19630ca9nq415ca2s7j6ucayar7qhca6gf4gfcamz5nl3ca34c6vfcajdna5u Fino ad oggi non ho mai avuto la possibilità e né l’occasione per realizzare uno o più viaggi, come quelli che ho generosamente effettuato con la sola fantasia, per andare a conoscere e per farmi conoscere da persone di altre nazioni, di altre comunità più o meno lontane. Non riesco a quantificare quante volte ho aperto e consultato il mio vecchio atlante geografico per organizzare, nel mio immaginario, un viaggio, così cercavo di calcolare le necessarie risorse economiche necessarie per questa realizzazione ed inoltre tentavo di immaginare cosa dovevano contenere i miei bagagli per affrontare climi e situazioni nuovi e sconosciuti. Il Mondo, in certi momenti, mi appariva come un’insieme di recipienti di vetro riposti in uno stesso grande contenitore, l’uno accanto all’altro dai quali bene o male ci si può osservare, grazie alla trasparenza del vetro, ma risulta impossibile entrare in contatto con quanto è contenuto in un altro contenitore a noi adiacente. La trasparenza dei contenitori dell’immaginario mondo era rappresentata dalla reale informazione dei vari media, dai documentari che riuscivo a seguire e questa informazione mi rappresentava le varie differenze ambientali fra le numerose realtà riprese e quindi proposte all’attenzione del fruitore di tale comunicazione. Abbigliamenti, edifici, persone, elementi ambientali, aspetti di vita quotidiana, un’insieme di immagini così inconsuete, varie e colorate che mi facevano cogliere quante differenze esistevano fra il mio pensiero, la mia immaginazione e la realtà visiva della comunicazione che scorreva con l’avanzare delle immagini documentate e osservate in quel momento. In questa meravigliosa attività cognitiva però non riuscivo a soddisfare la mia attenzione, la mia esigenza di conoscere, perché in tutto ciò mancava la mia partecipazione ed inoltre non soddisfaceva la certezza che questa esposizione, che questa comunicazione fosse obiettiva e quindi non menzognera, o puramente seduttiva, o semplice frutto di esagerazioni descrittive o addirittura riduttiva dei valori storici, delle radici, delle tradizioni e delle varie diverse esistenze proposte nella lunga carrellata di immagini.  50peoycas9ywn8cakit4jrca7sspyecam5551yca0y7jeccaw97xp2carl23jucaqn6emecaqk7yhvcapb3gyscajglko7caaxz0shcax8tuzpcann2iidca2p0lakcaozqitncauietyucaehemda

Questa varietà di informazioni non mi soddisfaceva perché carente della rappresentazione mentale, della spontanea testimonianza di tutte quelle persone che animavano quelle diverse realtà sociali e con le quali non si poteva interagire per meglio comprendere il reale significato degli eventi nel civile rispetto ed apprezzamento di quei diversi stili di vita e tradizioni, per una reciproca conoscenza ed amicizia.

Oggi i miei viaggi continuano e sempre a bordo della mia instancabile fantasia e curiosità, ma adesso ho aggiunto un’altra straordinaria risorsa per “realizzare i miei viaggi” quale è l’uso di Internet con il quale mi affaccio in quasi tutte le aree del nostro pianeta, evitando purtroppo ma opportunamente quelle ad alto rischio virus, per tentare di realizzare delle connessioni che possano favorire la reciproca conoscenza, un possibile dialogo fra gente lontana, libero da ogni colpevole pregiudizio ed con un forte sentimento di apprezzamento tra individui di popolazione diverse per dare avvio ad una reciproca conoscenza nella comune responsabilità di essere tutti cittadini di questo mondo meritevoli di pari rispetto e dignità umana con particolare la attenzione al bene comune ed alla sperata volontà di riuscire, prima o poi, di abbattere tutti quegli ostacoli di indotta ostilità per costruire quei vincoli di amicizia e di rispetto che sono naturale patrimonio di tutti noi, mentre sono valori ignorati ed abilmente alterati dalla maggioranza di tutti quei lobbisti mondiali che perseguono solo il proprio particolare interesse di predominio sociale e finanziario. Ognuno di noi, nel rispetto e nel merito delle varie diversità, è predisposto naturalmente alla comunicazione interpersonale obiettiva e responsabile. Così procedendo chissà quante inutili e difficili contrapposizioni ci saremmo risparmiate con un dialogo sincero e solidale e quanti egoismi sarebbero stati annullati.  l026gnca6471kucaa8gxb0cae3cuudcarv3n9ocambhihgcauh3z76caq7ypt5cagug03scahvomrcca3lslr6cadszjlscak8f55eca5egarhcam0udvwca81n0dlcavitsxxca25n2b5cafky01n     m1i2mccayff26tcady6gvxca5c6h9sca52didxcavn065dcai5p7i2cae4rdcccajgn7whcax1ku5pcao4ajvuca5x2h4ica7kahnlcat44oipcad06hvica0fuwo5caso14zgca9k0w5kcakp4mtj

Continuerò nel mio viaggio con sempre maggiore curiosa attenzione, augurandomi di incontrare tante nuove amicizie, tanti nuovi “blogger” per animare ancor più la nostra conoscenza, memorizzando i rispettivi link per dare seguito, continuità e consistenza all’amicizia globale. . . . nella considerazione della realtà globale non esiste solo il mercato e la conseguente avidità di sempre maggiori risorse, quasi sempre a scapito dei più deboli.

In quest’ultimo periodo mi sono reso conto di aver avuto contatti con persone di queste seguenti nazioni:

Italy-United States-Germany-Europe-France-United Kingdom-Spain-Belgium-Austria-Canada-Korea Republic-Romania-Slovakia-Serbia-Brazil-Bulgaria-Greece-Japan-Venezuela-Sweden-Tunisia-Ireland-Macedonia-Netherlans-Poland-Finland-Hungary-Croatia-Turkey-Cape Verde-India-Martinique-El Salvador-Australia-Argentina-Vietnam-Taiwan-Holy See (Vatican City State)-Cuba.

 

Speak Snakke Beszél Kalbéti Konusmak Berbicara

 

Spreken Falar Parlar Parliamoci

говорить Puhua 話す

 

Parler

يتكلم

 

 

forgive any writing errors, I used a translator on-line


This Weekend.

marzo 17, 2009

a5hufkxcai43ikpcaquqs3dcagbgm3yca05konsca76ir5mcaw769qxcaxzzo4vcad184o9cai7xe05cahat7bcca0en00wcaech84qcatmk2z1cafcy3nyca61l392caje5gh6ca46pir1ca0wv37q friend–

 

The current debate in Washington over President Obama’s budget has made one thing clear – ensuring our long- term prosperity won’t come without a fight.

Partisan voices and special interest are showing real resistance to President Obana’s call for making the necessary reforms and investiments in energy, health care, and education. That’s why need to bring the convers ation back into homes and communities across America.

Last weekend, thousands of you pledged your support for the President’s economic plan and encouraged your friends and family to join you in a national display of support. Now I need you take the next country.

 

Host or attend a Pledge Project Canvass in your neighborhood this weekend.

It’s absolutely crucial that Americans hear from you about this plan – we can’t leave this important debate up to a Washington establishment that doesn’t welcome change.

It’s up to you to show Washington that Americans are demanding this new direction and won’t stand on the sidelines while our country’s future is at stake.

On these canvasses, you’ll join fellow supporter is your community to:

– Talk with people about the President’s plan

– Ask them to sign their names to the pledge

– Provide information on how contact and urge their elected representatives to support the plan:

Host or attend a canvass this weekend:

http://my.barackobama.com/pledgecanvass

Nothing is more powerful than having people hear from ordinary Americans about the vision President Obama has laid out for our country Join us this weekend.

Thanks,

Mitch – Mitch Stewart Director Organizing for America

***************************

amico—                   a8lazz5cakyuvc3cawyzj7bcartr8gjcaryvzalcaaqi3f9caqhx4uhcax2o0kscazezd0ecajxc1spcap0e8ilcalsk2srcanazblacad30qtfcajumsvgcavnd5akcafqzmklcahbmbtbcasdpki6

Il dibattito in corso a Washington, oltre il bilancio del Presidente Obama ha fatto una cosa chiara – garantire la nostra prosperità a lungo termine non avverrà senza lotta.

Partigiane voci ed interessi particolari stanno realmente osteggiando il Presidente Obama, la chiamata per fare le riforme necessarie e gli investimenti nel settore energetico, l’assistenza sanitaria e l’istruzione. Ecco perchè abbiamo bisogno di portare la conversazione in tutte le case e comunità dell’America.

La scorsa settimana, migliaia di voi si sono impegnati a sostenere il piano economico del Presidente, incoraggiate i vostri amici e familiari ad unirsi in un prgramma di sostegno nazionale. Ora ho bisogno di te per il successivo passo.

Questo fine settimana, i tifosi si stanno organizzando per parlare con le persone della loro comunità su questo piano e mobilitare il sostegno di tutti i quartieri del paese.

Questo fine settimana, ospita a partecipare all’impegnativo progetto nel tuo quartiere.

E’ assolutamente indispensabile che gli americani conoscano questo progetto da voi – non possiamo trascurare questo importante dibattito, fino ad un istituto di Washington, che non ha gradito questo cambiamento.

Tocca a voi dimostrare a Washington che gli americani sono d’accordo di procedere in questo programma, non siate disinteressati mentre il nostro futuro è in gioco.

In questa tele, si uniscono i colleghi sostenitori nella vostra comunità: _ _ _ _ _ _ _ _

– Parlare con la gente del piano del Presidente.

– Chiedete loro di confermare i loro nomi per l’impegno.

– Fornite informazioni sulle modalità di contatto ed esortate i loro rappresentanti eletti a sostenere il piano di ospitare o partecipare ad una riunione di questo fine settimana.

http://my.barackobama.com/pledgecanvass

Nulla è più efficace che quello di aver ascoltato da persone normali americane circa la visione che il Presidente Obama ha stabilito per il nostro paese. Unisciti a noi in questo fine settimana.

Grazie

Mitch – Mitch Stewart Direttore Organizzazione per l’America.

Il presidente americano BarackObama cerca giustamente di coinvolgere sempre più americani ad informarsi ed a sostenere il suo progetto per far uscire, quanto prima, l’America dalla terribile crisi sociale-finanziaria. Il presidente americano desidera altresì che il segnale popolare sia forte e netto e che giunga sino a Washington, dove qualche lobby per interesse proprio osteggia il progetto per il cambiamento.


Parade – Crisi in copertina.

marzo 17, 2009

crisi31  crisi51  crisi61