Senator Ted Kennedy

Friend — Michelle and I were heartbroken to learn this morning of the death of our dear friend, Senator Ted Kennedy. For nearly five decades, virtually every major piece of legislation to advance the civil rights, health and economic well-being of the American people bore his name and resulted from his efforts. His ideas and ideals are stamped on scores of laws and reflected in millions of lives — in seniors who know new dignity; in families that know new opportunity; in children who know education’s promise; and in all who can pursue their dream in an America that is more equal and more just, including me. In the United States Senate, I can think of no one who engendered greater respect or affection from members of both sides of the aisle. His seriousness of purpose was perpetually matched by humility, warmth and good cheer. He battled passionately on the Senate floor for the causes that he held dear, and yet still maintained warm friendships across party lines. And that’s one reason he became not only one of the greatest senators of our time, but one of the most accomplished Americans ever to serve our democracy. I personally valued his wise counsel in the Senate, where, regardless of the swirl of events, he always had time for a new colleague. I cherished his confidence and momentous support in my race for the Presidency. And even as he waged a valiant struggle with a mortal illness, I’ve benefited as President from his encouragement and wisdom. His fight gave us the opportunity we were denied when his brothers John and Robert were taken from us: the blessing of time to say thank you and goodbye. The outpouring of love, gratitude and fond memories to which we’ve all borne witness is a testament to the way this singular figure in American history touched so many lives. For America, he was a defender of a dream. For his family, he was a guardian. Our hearts and prayers go out to them today — to his wonderful wife, Vicki, his children Ted Jr., Patrick and Kara, his grandchildren and his extended family. Today, our country mourns. We say goodbye to a friend and a true leader who challenged us all to live out our noblest values. And we give thanks for his memory, which inspires us still. Sincerely, President Barack Obama

Amico – Michelle ed io abbiamo il cuore spezzato per aver appreso, questa mattina, della morte del nostro caro amico, il senatore Ted Kennedy. Per quasi cinque decenni ogni importante mezzo legislativo per promuovere i diritti civili, la salute ed il benessere economico del popolo americano portava il suo nome, come le conseguenze del suo impegno.
Le sue idee e gli ideali sono impressi sulla valutazione delle leggi e dei riflessi in milioni di vite umane – in anziani che conoscono una nuova dignità, nelle famiglie che sanno nuove opportunità, in bambini che conoscono la promessa dell’istruzione, e in tutti coloro che possono esercitare il loro sogno in un’America che sia più equa e più giusta, me compreso. Nel Senato degli stati Uniti, non ricordo nessuno che ha riscosso un maggiore rispetto ed affetto da parte dei membri di entrambi i lati della navata. La sua serietà di intenti é stata continuamente di pari passo con l’umiltà, il calore e l’allegria. Ha lottato con passione nel Senato per le cause che riteneva importanti riuscendo al contempo ha mantenere calde amicizie fra le correnti del partito. E questo è uno dei motivi per i quali è diventato non solo uno dei senatori più grandi del nostro tempo, ma uno degli americani più compiuto per servire la nostra democrazia. Ho personalmente apprezzato il suo saggio consiglio al Senato, dove, a prescindere dal turbinio di eventi, egli ha sempre avuto il tempo per un nuovo collega. Ho amato la sua fiducia ed il sostegno importantissimo nella mia corsa per la presidenza. Ed anche come ha condotto una coraggiosa lotta con una malattia mortale, ho beneficiato in qualità di Presidente del suo incoraggiamento e della saggezza. La sua lotta ci ha dato l’occasione di superare il periodo quando furono uccisi i suoi fratelli John e Robert. L’effusione di amore, di riconoscenza e di ricordi a cui noi tutti abbiamo testimonianza, è una testimonianza del modo in cui questa figura singolare nella storia americana ha toccato così tante vite. Per l’America, era un difensore di un sogno. Per la sua famiglia era un tutore. I nostri cuori e le nostre preghiere oggi vanno alla sua meravigliosa moglie, Vicki, ai suoi figli Ted jr. Patrick e Kara, ai suoi nipoti ed alla sua famiglia allargata. Oggi il nostro paese piange. Diciamo addio ad un amico e ad un vero leader che ha sfidato tutti noi per far vivere i nostri valori più nobili.
E noi rendiamo grazie per la sua memoria, che ci ispira ancora. Cordiali saluti, il presidente Barack Obama.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: