Dubbi e considerazioni sull’opportunità del vaccino contro il Virus A (H1N1)v.

punto
Questa mattina una cara persona mi offre alcune considerazioni pratiche circa la nuova Influenza con Virus A H1N1. A questo pro mi invita a copia/incollare il seguente link nella striscia degli indirizzi del mio computer per guardarne il video: .

poveri

Amica ho seguito con attenzione il video di Youtube e credimi non ha presentato alcunché di nuovo od eclatante. Come un tornado le voci uniche dell’attuale globalizzazione hanno avviluppato la Terra, compromettendo tutto e tutti con la sua mercantile filosofia del mercato, degli affari, dell’arraffa-arraffa sino a creare dipendenza nelle nostre vite personali.
Siamo bombardati da un’infinità di notizie, tutte comprendenti delle verità relative, false ed annacquate da parole e contenuti ben confezionati e quindi diffusi a solo vantaggio dei moderni numerosi falchi. . . . ecco questa è la lobby dei nuovi dominatori, che ci combattono non più con le armi, ma con le parole in modo da intaccare la comune intelligenza.
Certo, forse, non so, ma è probabile che la nuova influenza A H1N1, pur realmente in via di diffusione nel nostro emisfero, sia diventata per queste carogne del businnes una nuova ingorda occasione per assicurarsi altri immensi guadagni sulle ignave e male informate popolazioni. . . . ma che fare? Dovremmo forse negarci il vaccino, che potrebbe senz’altro salvarci da nefaste conseguenze nel caso di un malaugurato contagio in una condizione di reale vulnerabilità fisica? Questa ultima soluzione assomiglia a quella che, in una nota barzelletta, un marito per fare dispetto alla propria consorte si priva degli attributi. Io mi vaccinerò, perché le mie condizioni fisiche offrirebbero al virus la possibilità di creare seri effetti negativi.
Ormai questa attuale globalizzazione ci ha reso interdipendenti nell’economia e nelle informazioni e questa circostanza influenza pesantemente la vita di tutti, nelle relazioni e nei comportamenti, così patiamo la vera pandemia che da molti anni a questa parte imperversa nel mondo come quella dell’egoismo, dell’avarizia e della ricchezza a tutti i costi creando così enormi insanabili diseguaglianze, anche nella salute. Ecco perché si verificano diversi accessi alle cure nelle diverse nazioni e nell’ambito di una stessa nazione (nella nostra Italia ben 21 accessi diversi per ogni regione), per questo sono ignorati bambini e varie altre popolazioni che potrebbero essere curate con una spesa minima. . . . ma non è un affare!
Quando nel mondo si avrà coscienza di tutto questo danno, forse le cose cambieranno, intanto solo l’ammirevole popolazione del generoso volontariato opera ed interviene a favore di chi ha bisogno senza pretendere alcuna oggettiva corresponsione, se non quella di riuscire ad accendere sorrisi. Mi piace pensare, che al di fuori del volontariato, c’é solo il presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama, che sembra essersi impegnato in un discorso di giusta considerazione verso chi meno può con la sua rivoluzionaria Riforma della Salute.
Troppi sono i fatti ingiusti attualmente tollerati, che andrebbero modificati a favore del benessere di tutti, ma a seguito di queste considerazioni incomincio a temere che sul nostro pianeta la maggioranza dei politici é eletta per procrastinare un certo immobilismo finanziario e culturale, ma, quando nuove e più attente coscienze si adopereranno per approntare i principi di un vero progresso nello sviluppo e nella solidarietà, questi saranno accantonati come roba vecchia ormai in disuso.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: