Finalmente un po’ di chiarezza in più sul Vaccino contro la Pandemia del virus A H1N1

sirUna premessa importante è quella di dichiarare che non sono un medico, un clinico, un virologo, non posseggo alcuna conoscenza in ambito medico. . . sono solo una comune persona che ha cercato informazioni più chiare ed ordinate circa la recente pandemia causata dal virus A H1N1 e queste le ho apprese in specifiche comunicazioni, con la presenza di specialisti come, per esempio, il professore Aiuti e questa mattina una nota emittente privata, nel suo quotidiano programma d’informazione e di approfondimento con ospiti, ha affrontato il problema del nuovo vaccino preparato e in via di diffusione per contrastare la nuova pandemia da virus A H1N1.
Lo scopo di questa trasmissione è stata quella di capire se i molti dubbi sulla vera efficacia e sul presunto timore di gravi effetti collaterali attribuiti a questo preparato siano veri e fondati. Insomma è stato scoperchiato il mondo della paura venutosi a creare per le troppe diverse versioni diffuse da più fonti di comunicazioni, in maniera incerta, incompleta, un po’ schizofrenica e non sempre scientificamente conforme.
Ogni pandemia costituisce un evento eccezionale ed altrettanto eccezionale ne è la risposta sanitaria, che deve preoccuparsi di rendere meno diffusibile il contagio ed inoltre deve intervenire per proteggere la popolazione dagli effetti negativi, se non estremi, di questo fenomeno virale.
Tutti i vaccini, anche quello più semplice, può generare effetti collaterali come per esempio i più comuni sono i soliti pruriti ed arrossamenti delimitati nella zona circostante alla zona dove è stato introdotto il prodotto. Rarissimi sono i casi in cui si possono patire effetti collaterali più consistenti e a vigilare su queste remote possibilità c’è la continua sorveglianza del ministero della salute Pubblica, che tramite le Asl monitorizza tutte le comunicazioni al riguardo.
Comunque il vaccino in parola è stato sottoposto a severi controlli e test, che né hanno autorizzato l’uso e per qualsiasi dubbio o chiarimento è stato suggerito di chiamare il numero verde “1500” ove a richiesta si può interloquire con un medico, per soddisfare e chiarire ogni dubbio ed opportunità.
Qualcuno fra gli ospiti della trasmissione ha allora ricordato che questo prodotto contiene come adiuvante lo “Squalene”, che in passato dovrebbe aver prodotto effetti collaterali non piacevoli ( a questo proposito in qualche blog del web si afferma che avrebbe presumibilmente procurato artrite ed altro ). A questa nota però, giustamente, un noto clinico presente al dibattito, del quale purtroppo non né ricordo il nome, ha chiaramente affermato di non temere per questo perché ogni elemento presente nel predetto vaccino è stato accuratamente calibrato, testato ed adattato all’uso per il quale è destinato senza alcuno spazio a rischi di sorta, pertanto ogni effetto collaterale è determinato da cause coincidentali e queste sono veramente rarissime, come è stato riportato poc’anzi da tutti i clinici e ricercatori presenti.
A questo punto la signora Livia Turco (precedente ministro della salute), il professore Aiuti insieme al clinico, del quale – come ho affermato poc’anzi – non ricordo il nome, hanno raccomandato di avere completa FIDUCIA nelle indicazioni del MINISTERO DELLA SALUTE per la sua indubbia competenza e specificità e per la seria assunzione di responsabilità a questo riguardo.
Dunque tutte le persone che rientrano nelle categorie a rischio debbono senz’altro sottoporsi alla Vaccinazione.
Come è molto importante che i genitori di bambini sotto i sei mesi di vita si sottopongano anch’essi alla vaccinazione contro il virus A H1N1 per ridurre le probabilità di contagio alla loro creatura, che data la piccola età non possono essere vaccinati.
Se non ho dimenticato nulla si può concludere che è un diritto/dovere sociale vaccinarsi, secondo le giuste indicazioni, per arginare la pandemia, che ci aggredisce.

Certo in questo contesto quello che sembra essere mancato è il coinvolgimento di tutti i medici di famiglia, che sono poi quelle persone più vicine alla popolazione.
Altre incertezze sono state purtroppo rilevare sulla qualità dell’organizzazione del piano distributivo dei vaccini e nell’informativa che non è stata chiara ad indicare a chi rivolgersi per sottoporsi alla vaccinazione.

Pensate che mentre mi sto accingendo a chiudere questo post, in una piccola emittente televisiva una signora sta snocciolando una sequela di eccezioni, fra le quali l’ingente businnes, sul vaccino in questione e qui purtroppo si rileva la grande crisi di fiducia indotta da un irrefrenabile chiacchiericcio privo di fondamenti scientifici e dalla quasi quotidiana battaglia strillata etico/politico/finanziaria. con annessi scandali e notizie gossippare.

Io seguirò le indicazioni delle nostre Istituzioni politiche e scientifiche. . . . non ho dubbi in merito.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: