3° Convegno P.A.N.- Prev. Aliment. Nutrizione

febbraio 20, 2008

    qexkszca1vk0yuca2vbu0ccabekvm1catfeisrcaig7oifca2qmnfhcaimvzl9can9jt70cah122kfcatna3mqca233s3oca7wzpldcacox4w0cabvi9afcah3q638cakai8dlca98tumzcaelfz7o.jpg      bvb7tdcatsi5mcca0bgvtscat0ocr4capgyzuxcaisd8lucalp9xy2caq1a9ulcat32p93cawfow5gcacyidzpca2xiosucazzw4afcat2mtc1caopdwvaca20a7soca2ypy1rca66z91ccaqtoa57.jpg       anores.jpg

P.A.N.

 

Prevenzione Alimentazione Nutrizione

 

La salute vien mangiando…dalla nascita

 

 

Focus sulla Prevenzione

 

Roma, martedì 19 febbraio 2008

 

 

CAMERA DEI DEPUTATI

Palazzo Marini, Sala delle Conferenze

 

 

OBESITA’, ANORESSIA, BULIMIA: COME PREVENIRE UN PROBLEMA SOCIALE.

 

Dott. Giordano Giostra

Direttore Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione Asur 7 Ancona.

 

E’ singolare che l’alimentazione, funzione di per sè atto del tutto naturale, possa condurre a condizioni di salute e di benessere talmente alterate da indurre veri e propri quadri di patologia. Ed è altrettanto originale come gli atti atavici dell’alimentarsi e del nutrirsi possano oggi incidere in modo molto rilevante sia sui nostri comportamenti individuali che rappresentare un mezzo riconosciuto per definirci e collocarci in una vera e propria condizione di stigma sociale.

I canoni attuali del successo, il fascino effimero dell’apparire dimenticando l’essere, troppo spesso passano attraverso modelli che implicano uno status ben definito che consente di raggiungere non solo l’habitus sociale ma anche l’anelata felicità terrena e l’appagamento psichico a cui ognuno aspira.

Analogamente il ricorso alla soddisfazione alimentare può rappresentare lo strumento per ridimensionare gli insuccessi, per anestetizzare le frustrazioni, per sopire le sconfitte in un altalenarsi di sensazioni indotte tra l’eccesso e la carenza di peso corporeo collocate in un modo anche troppo chiassoso in cui l’uomo perde tante delle sue identità per ritrovarsi ad essere sempre più solo con sé stesso.

In questo contesto l’azione della famiglia, dei decisori (che tante responsabilità hanno nel concorrere a creare condizioni che possano ridurre questi rischi) e del mondo della salute devono riuscire a trovare un punto di equilibrio per cercare di ridurre la probabilità di cadere in quell’avvitamento quasi irreversibile, che conduce all’obesità, alla anoressia, alla bulimia….ovvero i mali dei nostri tempi moderni che ormai ci coinvolgono e che sembrano travolgersi.

I dati di cui si è in possesso sono drammatici: nel mondo si stimano circa 300milioni di obesi; in Italia sono in sovrappeso 3 uomini su 4 ed 1 donna su 2 e sono in eccesso di peso i nostri figli tra i 6 ed i 9 anni nella misura di 1 su 3 mentre infine si stimano in circa 2 milioni i giovani tra i 12 ed i 25 anni che soffrono di DCA (disturbi del comportamento alimentare).

Non credo ci sia più tempo per solo analizzare la situazione…è indispensabile agire.

Annunci

febbraio 20, 2008

p.a.n. – convegno sulla prev.alimentaz.nutrizione.
martedì 19 febbraio u.s. mi sono recato a palazzo marini della camera dei deoutati per assistere alla conferenza sulla pan e per prendere contatto con il segretario dell’ “associazione culturale g.dossetti: i valori” dott. claudio giustozzi. dopo aver colloquiato con quest’ultimo,  mi sono accomodato in una fila prossima al palco dal quale i vari relatori avrebbero preso la parola. tutti argomenti di serio intenso interesse riferiti da dotti specialisti, clinici e ricercatori circa le funzioni fisiologiche della nutrizione. a questo riguardo sono state affiancate considerazioni di valenza economica, di valenza energetica, di valenza plastica (nel senso della costruzione e del mantenimento dei nostri tessuti corporei), della valenza regolatrice delle nostre reazioni biochimiche, della grande importanza al riguardo della nostra salute fisica e psichica (bulimia-anoressia ecc.). cinque ore trascorse così velocemente tanto erano interessanti tutti gli argomenti trattati sull’importanza dell’attenzione che dovremmo porre alla nostra alimentazione. a questo riguardo appena entrerò in possesso del materiale relativo alle tante esposizioni, sarà senz’altro grande soddisfazione replicarla in questo nostro spazio per condivedarla fra tutti noi. nel frattempo copio/incollo la lettera che l’associazione ha desiderato sottoporre all’attenzione di tutti noi:

Presidente: Sen. Ombretta Fumagalli Carulli

Presidente Vicario: Sen. Mario OcchipintiSegretario: Claudio Giustozzi

Tel. 063389120 fax 0630603259

e-mail: segreteria@dossetti.it

sito: http://www.dossetti.it

 

 

 

<<Cari amici,

 

come ogni anno, questo è il tempo di rinnovare la nostra adesione, convinti del grande patrimonio di idee e di iniziative concrete costruito in questi otto anni di vita dell’Associazione.

 

Il nostro Paese continua ad attraversare una fase travagliata e contraddittoria della sua storia riguardo alcuni indicatori fondamentali: da quello politico a quello istituzionale, da quello civile a quello sociale, da quello culturale a quello economico-finanziario.

L’attuale classe dirigente al Governo del Paese, nonostante i tentativi in parte riusciti di mettere ordine nei conti oubblici e alcune scelte di svolta nella gestione della pubblica amministrazione (poche a fronte delle attese e delle tante…promesse), non riesce a fornire una forte immagine di sé, sia per la coalizione di maggioranza eterogenea e litigiosa che per la ristrettezza dei numeri nelle aule parlamentari, frutto avvelenato della legge elettorale vigente voluta dal centro-destra, che ha espropriato i cittadini della possibilità di scelta dei suoi rappresentanti istituzionali. Assistiamo, impotenti e perplessi, da una parte alla modesta produttività legislativa delle aule parlamentari, dall’altra a performance logorroiche e poco dignitose, alimentate da perenne clima di contrapposizione frontale.

E, intanto, il Paese reale, con la fatica quotidiana di sopportare in tutti i settori della vita civile le tante inefficienze, le tante insufficienze e le tante diseguaglianze, si allontana sempre più…

 

La nostra Associazione ha sperato nel cambiamento; ha contribuito al cambiamento. Ha offerto spazi di riflessione, di discernimento critico, di partecipazione democratica con le sue iniziative concrete e gli strumenti tecnici disponibili, conquistandosi affidabilità e prestigio nell’attuale panorama politico-culturale.>>

 

Nel prossimo post, riporterò sinteticamente l’interessante relazione del Dott: Giordano Giostra – direttore del servizio igiene alimenti e nutrizione asur7 di Ancona.